Posts Taged umts

Inquinamento elettromagnetico

Da: “E. L.”
Oggetto: inquinamento elettromagnetico
Aiuto……….oooooo !….. possibile che siete solo capaci di bla.. bla… bla………..io e la mia famiglia siamo esposti da circa 2 anni e mezzo alla folle violenza delle società di telecomunicazioni attraverso una S.R.B. (stazione radio base per telefoni cellulari) UMTS H3G ubicata sul lastrico solaio di via volturno,17 Casoria (NA) di proprietà Salzano Angelo e posizionata frontalmente sullo stesso piano distante appena 15 metri circa da casa mia e vi posso assicurare che non abbiamo bisogno di nessuno che ci dica se fa male oppure no, gli effetti devastanti li teniamo quasi tutti, manca solo il male del secolo, ammesso che non ci sia già. Ho una moglie e tre figli meravigliosi (18-17e10 anni) il solo pensiero che possa succedere qualcosa ad uno di loro mi fa impazzire. Ho preso coscienza solo da qualche mese, pensavo che i risvegli notturni (ogni notte) fossero da attribuire ad altra natura, anche perchè quelli dell’arpac fin dall’inizio mi tranquillizzarono affermando che i campi rilevati nell’appartamento non superavano i 6/vm della 381/98 , e bravi i
tecnici dell’arpac!.(come può un intero nucleo familiare avere gli stessi problemi?) Non riesco a fare più niente. Una famiglia normale un bel giorno viene travolta dall’avidità dell’uomo , viene
violentata, offesa e umiliata nella speranza, nel futuro. …. Non ce la faccio più, sento che le forze mi stanno abbandonando ……. se avessi la necessaria disponibilità economica comprerei o prenderei
in fitto un altra casa e mi impegnerei con tutte le mie forze ad aiutare tutti coloro che in qualche modo vivono questa illogica e drammatica realtà.
Possibile che le nostre istituzioni consentono tutto ciò? Possibile che i nostri simili pur di fare profitto passano sui cadaveri di interi nuclei familiari? C’è qualcuno disposto ad aiutarci? Sono
pronto ad incontrare chiunque è disposto ad attivarsi concretamente.

Forum Elettrosmog www.elettrosmog.org – E. L. – CASORIA (NAPOLI)

Continue Reading

UMTS e parcondicio

Da: “Beatrice Bardelli”
Oggetto: UMTS e par condicio

Vi invio questi documenti per rinfrescarvi la memoria sull’UMTS e sul fatto
che, mentre in Italia, NOI CITTADINI saremo condannati ad essere esposti a
radiazioni delle frequenze simili a quelle dei forni a microonde (e che
provocano la rottura del DNA nei topi esposti per due ore, vedi riferimento
di Marinelli all’esperimento del prof. Henry Lai del 1997), tre Paesi
Europei (ovvero i Governi), Svezia, Olanda e Danimarca, hanno bloccato le
installazioni di questi impianti per motivi di carattere sanitario (vedi
allegati) ed hanno interpellato la Commissione Europea che, a quanto si sa,
non si è ancora espressa.
Vi pongo, quindi, un quesito.
Se siamo cittadini europei non dovremmo essere tutelati allo stesso modo
dei cittadini che vivono in Paesi più civili del nostro e non dovremmo
godere degli stessi trattamenti, ovvero di quei trattamenti che risultano
essere i più cautelativi (blocco dell’UMTS in attesa del pronunciamento
della Commissione europea).
Se è impensabile che il nostro governo faccia la stessa scelta di Svezia,
Olanda e Danimarca, è proponibile, da un punto di vista giuridico-legale,
che sia un Comune a richiedere il blocco degli impianti UMTS adducendo,
lasciatemi dire uno sproposito, il diritto di una specie di “par condicio”
?
Vorrei che ci si attivasse per avere informazioni sull’argomento da parte
di avvocati che si occupano dei campi elettromagnetici.
Agli avvocati che ci leggono chiedo cortesemente se possono indirizzarci
sul percorso da fare, se ce n’è uno possibile, o dare una risposta al
quesito posto.

dott.ssa Beatrice Bardelli
Coordinamento Comitati toscani contro l’elettrosmog

Continue Reading